La storia della sezione Lega Nord di Magenta

Il movimento autonomista “Lega Lombarda” fa la sua prima apparizione a Magenta nel 1987  in occasione di un incontro pubblico tenutosi a Casa Giacobbe con il neoeletto deputato arch. Giuseppe Leoni di Varese e il dott. Sergio Pegreffi di Milano. L’anno successivo, il 1988, i vertici del movimento decisero di presentare  proprie liste nelle maggiori città lombarde anche laddove i gruppi locali muovevano i primi timidi passi. Fu così anche per Magenta dove la lista “Lega Lombarda” ottenne in città un sorprendente 6,2%, ed elesse un consigliere comunale nella persona della Dott.ssa Emma Bassani.  Sempre in quell’anno per le elezioni del Parlamento Europeo la Lega in città raggiunse l’8,1% dei consensi, contribuendo a far approdare a Strasburgo gli europarlamentari Francesco Speroni e Luigi Moretti. Nel maggio del 1990 una delegazione di leghisti magentini presenziò alla prima grande adunata di Pontida, luogo sacro per tutti i popoli padani.
Alle elezioni regionali del 1990 la Lega conferma il suo trend di crescita ottenendo il 17,4% dei consensi. Il 17 settembre dello stesso anno nella sede provinciale di via Vespri Siciliani a Milano 5 tesserati fondarono la sezione la “Lega Lombarda” di Magenta scegliendo segretario Mario Banfi. Gli incontri si svolgevano presso bar o case private fino al 21 settembre 1991 quando fu inaugurata la prima sede in via Espinasse.
Nel 1992 viene eletto segretario il militante Flavio Cassani.
Alle elezioni comunali del 1993 la Lega si presenta con candidato sindaco il Dott. Franco Bertarelli. Il risultato ottenuto sconvolge la politica locale: la Lega va al ballottaggio e vince il confronto con il candidato democristiano. Il leghista Franco Bertarelli è eletto sindaco di Magenta. Nel 1994  la sede viene trasferitta presso i più ampi locali di via Fornaroli, diventando importante luogo di ritrovo e punto operativo anche per le sezioni dei comuni limitrofi. Nel 1995 viene eletto segretario della sezione il militante Ottorino Cornacchiari.
Nonostante la buona amministrazione e i risultati ottenuti l’esperienza di governo leghista si interrompe nel 1996. Alle nuove elezioni del 1997 la Lega presenta una propria lista con candidato sindaco la dott.ssa Adele Ferrari ed ottiene il 18,7% dei voti e due consiglieri.
Dopo un periodo di commissariamento nel 1998 viene eletto segretario il militante Marco Venturelli. Nel 1999 la sezione attraversa il suo momento più difficile. A fine 2000 un gruppo di lavoro, costituito da vecchi e nuovi militanti, inizia un percorso di recupero e consolidamento di nuove e vecchie forze, trovandosi così preparato all’appuntamento elettorale per il rinnovo dell’amministrazione comunale. L’anno successivo, il 2001, viene eletto segretario Enrico Gornati.
Nel 2002 la Lega Nord si presenta alle elezioni amministrative in coalizione con Forza Italia, AN e UDC, in appoggio al candidato sindaco Luca Del Gobbo. Il movimento ottiene un consigliere nella persona di Franco Bertarelli e due assessori, Simone Gelli e Luigi Lonati. Nel 2003 la sezione riconferma segretario il militante Gornati Enrico. Nel 2005 torna a guidare la sezione il militante Flavio Cassani. Alle elezioni amministrative del 2007 la Lega, in appoggio al sindaco uscente Luca Del Gobbo, elegge i consiglieri Franco Bertarelli e Massimiliano Lavazza e conferma l’assessore Simone Gelli. Nel 2008 viene eletto segretario della sezione Mario Cavallin. Nel 2009 il militante magentino Simone Gelli viene eletto al Consiglio provinciale di Milano con il 22,5% dei voti. A settembre dello stesso anno la sezione lascia gli storici locali di via Fornaroli per trasferirsi nell’attuale sede di via Volta. Nel marzo 2010 alle elezioni regionali la Lega ottiene il 22,4% dei consensi.

Con Simone Gelli come assessore al Bilancio e Polizia Locale della giunta Del Gobbo si arriva a concludere nel 2012 un decennio di amministrazione del centrodestra di Magenta, record di continuità e di popolarità.
A causa delle politiche nazionali in netto contrasto con le alleanze nel territorio la Lega Nord nel 2012 corre da sola alle elezioni cittadine candidando Simone Gelli. Il risultato ottenuto è il 16% grazie anche ad una lista civica “Lavorare Per Magenta” formata da cittadini indipendenti. La sconfitta del centrodestra porta Gelli tra banchi della minoranza dove rimane attivo e in prima linea grazie anche al lavoro magistrale della Sezione che vede come Nuovo segretario Pia Maso.

Nel Febbraio 2013 Simone Gelli viene candidato alle elezioni regionali ponendosi come terzo in numero di preferenze sulla circoscrizione e quindi per ragioni numeriche primo dei non eletti con 1382 preferenze.

La Sezione continua a crescere e molti sostenitori si avvicinano anche grazie ai continui banchetti nelle vie cittadine e alle particolari attenzioni del consigliere di minoranza.
album di famiglia 2013 pag 1

album di famiglia 2013 pag 2

Nel Febbraio 2014 Pia Maso da le dimissioni da Segretario per motivazioni personali e la sezione riceve come commissario Angelo De Giovanni di Motta Visconti prima e poi di Fabio Boniardi di Bollate. Durante il commissariamento la Sezione allarga le sue fila con militanti entrati come sostenitori durante il segretariato Maso.

Nell’Ottobre 2014 viene eletta segretario Stefania Bonfiglio giovane promessa della sezione

Calendario
dicembre: 2018
L M M G V S D
« ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
LA PADANIA
Archivio Articoli
Salvini A Magenta, contro le scellerate politiche migratorie
Maroni a Magenta
1996 Dichiarazione di Indipendenza
Miglio 1994